Art of Conquest guida strategica in italiano – Trucchi e suggerimenti

Con “Art of Conquest guida strategica in italiano”, inauguro la nuova categoria di articoli riguardanti le guide ai giochi.

Ho scelto proprio il bellissimo gioco strategico Art of Conquest, che non ha deluso le mie aspettative ed è in continuo aggiornamento.

Per chi si fosse perso la recensione, la potete consultare qui:

Art of Conquest – Strategico per Android e IOS alla Heroes of Might and Magic

 

Scrivo questo articolo per aiutarvi a compiere i primi passi in gioco, ed evitare di farvi compiere quelli, che potrebbero pregiudicare la vostra partita.

Per raggiungere un buon livello di esperienza, ho usato una tecnica molto semplice, ovvero ricominciare il gioco diverse volte sui nuovi server.

Più volte ho compiuto errori che mi hanno fatto perdere tempo.

Altre volte, le mie scelte mi hanno portato a punti morti che potevo superare solo pagando o cominciando da capo.

Naturalmente la mia scelta è sempre stata la seconda.

Il risultato della mia ultima partita è stato di essere entrato nella top 20 della mia fazione e di essere insignito con vari titoli, senza aver speso un centesimo.

Sfortunatamente se il vostro obiettivo è arrivare ai primi posti del server, una semplice guida non è sufficiente e dovrete far ricorso al portafoglio.

 

Art of Conquest guida – Scelta dell’eroe iniziale

Può sembrare banale, ma la scelta dell’eroe con cui iniziare la vostra avventura in Art of Conquest, è il primo vero errore che potreste compiere.

Avete la possibilità di scegliere tra:

  • Avalon il tattico
  • Rufio il guerriero
  • Avril la maga del ghiaccio

Scelto un eroe, durante i primi passi del gioco si unirà a voi anche un altro eroe della lista.

Ogni eroe ha i suoi punti di forza, ma per esperienza personale io consiglio Avalon,

Art Of Conquest Guida Scelta Eroe iniziale

Se la vostra razza sono gli umani, Avalon è sicuramente un vero e proprio must.

Ha un ottima abilità ad area che infligge un bel pò di danni.

Può invocare un gruppo di arcieri la cui forza dipende dal livello della vostra caserma e dalla sua abilità.

Permette di potenziare le vostre truppe umane, soprattutto gli arcieri che subiranno un aumento sia in attacco che in difesa.

Ma soprattutto, la sua principale abilità consiste nella sua leadership, che permette di aumentare il numero di truppe utilizzabili durante la battaglia e il tetto massimo di truppe a disposizione.

Scegliendo Avalon, fin da subito avrete anche Avril che ha le sue belle abilità da maga del ghiaccio.

Nel caso in cui non usiate gli umani, Avalon è comunque un ottimo elemento, ma in questo caso sarà meglio che azzeriate le abilità di potenziamento per le truppe umane e concentratevi sulla aoe e sulla leadership.

Rimane fuori Rufio, però per quanto mi riguarda è il meno utile, o almeno per la tipologia di gioco.

Prima dell’ultima patch non era possibile avere tutti e tre gli eroi senza pagare denaro reale per uno di essi.

Adesso invece potrete recuperare il terzo eroe durante l’esplorazione del void mirror.

 

Art of Conquest guida – Scelta delle abilità degli eroi

La scelta delle abilità è molto soggettiva e dipende molto dalla vostra tattica.

Io preferisco sempre potenziare prima le abilità che danno un supporto reale senza uso di mana o peggio ancora di punti vita.

Questo perchè potrebbe capitare che questi si esauriscano e dovrete aspettare del tempo per poter riutilizzare le abilità.

Se ne avete a disposizione potrete anche usare le pozioni che vi regalano qualche punticino, tuttavia queste non sono infinite.

Prendiamo il caso di Avalon, io ho potenziato prima l’abilita ad area che è del tutto gratuita e che permette di liberarsi velocemente di gruppetti deboli, poi le abilità di rafforzamento delle truppe e dopo l’abilità per richiamare gli arcieri.

Quest’ultima è molto utile in caso di pvp, tuttavia la userete davvero poco nel resto del gioco, perchè consuma punti vita, che come sappiamo invece servono per schierare l’eroe.

 

Art of Conquest guida – Miglior razza

Al momento in cui sto scrivendo questa guida, potrete scegliere nel corso del gioco, tra quattro razze differenti.

Il realtà le razze sono cinque, ma una non è ancora stata sviluppata, vedremo nelle successive patch come sarà.

Attualmente le razze disponibili sono:

  • Umani (la scelta iniziale)
  • Nani
  • Negromanti
  • Rakan

Per le informazioni che sono riuscito a recuperare giocando e parlando con altri giocatori, possiamo vedere che:

 

Umani, è la razza più semplice da usare.

Ha diversi eroi che possono potenziare le truppe umane e che si sbloccano durante il normale corso del gioco.

Le altre razze invece ne hanno di meno e alcuni si possono solo acquistare.

A parte le catapulte, tutte le truppe possono essere curate, quindi potrete sfruttare il fattore territorio per attaccare.

Di contro, non ha caratteristiche particolari e in molti casi le sue truppe sono in difficoltà.

Il suo nemico naturale sono i necromanti, se questi hanno qualche ragno, soprattutto prima dello sblocco del detoxing, le perdite saranno ingenti.

 

Nani, la prima razza che potrete scegliere.

E’ la razza tecnologica e se la gioca bene con tutte le altre razze.

Le sue truppe mech, sono realmente forti e i gunner completano lo schieramento.

Alcuni dicono che è la razza più forte, altri invece la considerano poco.

Per esperienza personale, quando con i necromanti ho avuto degli scontri con i nani, a parità di forza, i nani risultano avvantaggiati.

Ma credo che dipende anche dal tipo di truppe schierate, in quanto gli scorpioni dovrebbero essere avvantaggiati contro i mech nanici.

 

Negromanti, la terza razza in ordine di sblocco.

E’ una razza molto forte, se schierate bene, le sue truppe sono molto pericolose, soprattutto i ragni.

Hanno vita facile contro gli umani, soprattutto dopo lo sblocco dei ragni.

Usando l’eroe necro, o anche le mummie, sarete in grado di resuscitare le truppe nemiche, tranne le unità mech o i non morti.

Una buona tecnica per tirare su truppe gratis anche quando si affrontano nemici non morti, è di schierare delle truppe umane.

Se saranno uccise, queste potranno essere resuscitate.

Alla fine dello scontro, le truppe potranno essere guarite in ospedale, ma vi ritroverete anche con la nuova truppa.

Diciamo che è un mezzo bug.

E’ la razza più cara da mantenere.

Ah dimenticavo, sono la miglior razza per effettuare i raid sui castelli degli altri giocatori.

 

Rakan, si sblocca a partire dal titolo di marchese.

E’ una razza che non ho giocato personalmente, però pare sia preferita al momento dai top player.

Nel mio server molti dei top sono passati a questa nuova razza e mi hanno riferito che si trovano molto bene.

La loro truppa più forte è sicuramente la tartaruga.

Estremamente resistente, aggiunge dei buff alle truppe e ha un aoe che infligge diversi danni e cura le proprie truppe.

E’ una razza bella da giocare, anche se non la migliore per effettuare i raid.

La loro immunità al veleno li rende ottimi contro i negromanti.

 

Art of Conquest guida – Uso dei punti vita

In Art of Conquest, i punti vita dei vostri eroi, rappresentano la risorsa più importante del gioco.

Come saprete, se schierate un eroe in battaglia sarà consumato un punto vita.

Nel caso in cui i punti vita scendono a zero, dovrete attendere che salgano oppure usare le pozioni apposite.

Capirete che è di fondamentale importanza usarli con parsimonia e scegliere quando farne uso,

Il consumo avviene sempre quando schierate l’eroe.

Art Of Conquest Guida Schieramento tattico

Non cambia nulla se lo schieramento avviene quando attaccate un semplice npc, un giocatore reale o affrontate un dungeon.

Quindi pochi attacchi agli npc che troviamo in giro per la mappa, attacchiamoli solo se offrono un buon bottino.

Pulire sempre i dungeon, si recuperano risorse e oggetti molto utili.

Riducete al minimo l’uso dei punti vita, per questo tipo di attacchi, schierando solo gli eroi necessari per superare lo scontro senza troppe perdite.

Se gli scontri avvengono nei territori della vostra nazione non perderete nessuna truppa (tranne se siete necromante).

Se avvengono al di fuori dei vostri confini, schierate qualche eroe in più per evitare perdite, in quel caso potreste essere sfortunati e avere delle perdite permanenti.

Infine quando attaccate gli altri giocatori, scegliete sempre nemici che vi danno un buon guadagno, altrimenti perdereste punti vita per nulla.

 

Un altro caso in cui perderete dei punti vita è se venite sfidati da qualcuno e rifiutate lo scontro.

In questo caso non perderete nemmeno un vostro soldato, tuttavia tutti i vostri eroi perderanno un punto vita.

Per evitare questo, non scappate, affrontate lo scontro e schierate solo 1 eroe con la truppa più scadente che avete.

In questo modo perderete solo qualche elemento di poco conto e dovrete curare il vostro eroe che sarà sicuramente sconfitto, ma avrete risparmiato un punto vita ad ognuno dei vostri eroi.

 

Art of Conquest guida – Fama e cambio razza

Altra risorsa fondamentale in Art of Conquest è la fama.

Grazie ad essa potrete salire di rango e sbloccare nuovi eroi e truppe.

Allo stesso tempo, la fama è necessaria per cambiare la propria razza ed è necessaria in quantità proporzionale al vostro livello.

Quindi potreste trovarvi a dover scegliere tra cambiare razza o passare al rango successivo.

Art Of Conquest Guida Rango eroe

In passato prima si cambiava razza meglio era, perchè si perdevano tutti i potenziamenti effettuati fino a quel momento.

Adesso non è più così, quindi il mio consiglio è di sbloccare prima il rango massimo a cui aspirate e solo dopo cambiare razza.

Questo perchè il cambio razza non offre un immediato riscontro a livello di forza, cosa che invece si nota subito salendo di rango.

Nel caso la vostra scelta ricada sulla nuova razza Rakan, i due obiettivi coincidono.

Infatti potrete usare i Rakan, solo dopo essere diventati marchesi.

Per guadagnare fama, avete due possibilità: completare missioni o sconfiggere altri giocatori reali.

Soprattutto in quest’ultimo caso la fama che potreste guadagnare è tanta.

La quantità dipende dal numero di eserciti sconfitti.

Quindi se volete guadagnare velocemente fama, cercate gli scontri con altri avversari nel vostro territorio così che nel caso peggiore perderete le vostre truppe solo per il tempo necessario alla loro guarigione.

Più volte ho cercato scontri con avversari quasi del mio stesso livello, per acquisire fama.

Nella maggior parte dei casi gli avversari scappano.

Non c’è nulla da guadagnare da uno scontro con un avversario più forte in territorio nemico, quindi è difficile che il nemico accetti,

Tenete in considerazione quanto appena detto.

Questa è una buona tecnica per mantenere pulito il territorio della vostra nazione.

Naturalmente fatelo solo se siete superiori al nemico.

Difficilmente un nemico più forte si lascia intimidire anche se in ambiente ostile.

 

Art of Conquest guida – Risorse e upgrade

Come in ogni buon gioco strategico, anche in Art of Conquest l’obiettivo principale è il guadagno di risorse per il potenziamento dei propri edifici.

Le risorse possono essere recuperate in più modi;

  • Recuperando le risorse dalle miniere
  • Superando i dungeon e riscuotendo le ricompense delle missioni
  • Uccidendo gli npc sparsi sulla mappa
  • Uccidendo i boss in giro per il mondo
  • Affrontando le sfide nella scuola della tattica
  • Attaccando le città degli altri giocatori
  • Affrontando la sfida del void

Sia le miniere che i dungeon offrono buone risorse, ma sono da considerare azioni giornaliere da compiere, che spesso risultano insufficienti per l’acquisto del potenziamento di uno degli edifici.

Anche perchè, almeno all’inizio del gioco o se fate parte di una nazione non molto forte, le miniere da poter usare sono molto poche.

Le miniere infatti possono essere usate solo una volta appena scoperte se sono fuori dai vostri territori.

In questo caso se avete necessità di una gran quantità di risorse, cercate di scegliere il momento giusto per acquisirle usando raid, le sfide nella scuola tattica e se proprio necessario uccidendo i boss.

Vedremo dopo il motivo per cui bisogna sempre evitare di accumulare troppe risorse inutilizzate.

Un ultimo suggerimento che riguarda il recupero delle risorse dalle miniere.

Avrete sicuramente visto che c’è la possibilità di proteggere le vostre risorse.

Bene, fatelo solo se il percorso che c’è dalla miniera alla vostra città passa solo dal vostro territorio.

In caso contrario, è probabile che se incontrate un nemico interessato alla risorsa e questa sta attraversando il suo territorio, quasi sicuramente vi attaccherà.

Avrà tutto da guadagnarci, mentre voi perderete punti vita inutilmente.

Inoltre evitate di perdere tempo a proteggere la risorsa se non potete dedicarvi molto al gioco.

Avrete sicuramente meglio da fare che seguire carovane per ore, meglio dedicarsi a farming più attivo.

 

Art of Conquest guida – Il void mirror

Recentemente è stato aggiunto al gioco la possibilità di affrontare il void mirror.

Questa possibilità oltre che rendere il gioco più interessante.

Rappresenta una vera e propria manna soprattutto quando la forza del vostro esercito crescerà e avrete la possibilità di soddisfare le quest.

Al suo interno infatti troveremo diverse sfide, che se superate daranno dei premi.

Il bello è che il void si rigenera una volta al giorno.

Se superiamo una sfida in modalità perfetta, la volta successiva non dovremo riaffrontarla, ma ci sarà comunque un premio.

I possibili premi sono molto vari:

  • risorse
  • equipaggiamento
  • progetti (per maggiore informazioni leggete il paragrafo seguente)
  • token

I token risultano molto importanti perchè alla fine di ogni mondo del void, sono presenti dei negozi dove possiamo acquistare diversi oggetti usando questi token.

Ma non è l’unica cosa, nel void troveremo anche eroi che grazie ai token potremo reclutare.

Ad esempio nel mio caso ho completato il trio degli eroi selezionabili e ho trovato il nuovo eroe dei Rakan.

Per affrontare il void non perderete alcuna truppa anche se saranno uccise.

Questo perchè in realtà le truppe sono una proiezione di quelle che avete nel mondo reale, proprio come se fosse uno specchio.

Gli eroi avranno tutti i punti vita impostati a dieci e non sarà possibile recuperarli nemmeno con le pozioni.

Proprio per questo motivo, una strategia molto diffusa consiste nel farsi prestare delle truppe molto forti per superare le quest.

Sfruttando al massimo i dieci punti vita a disposizione per proseguire nell’avanzamento del void mirror e recuperare così la maggior quantità possibile di risorse.

La mia tecnica per avanzare il più possibile nel void è quella di evitare perdite inutili negli scontri che non posso superare con perfezione e concentrarmi invece in quelle missioni che posso superare.

Ad esempio se vi accorgete di superare una missione con uno o due secondi in più rispetto al tempo limite per il perfect, non andate avanti e riprovatela più volte, magari usando diverse strategie o usando le magie più potenti.

Oppure per quelle missioni che dovete superare con solo due eroi, usate magari Avalon più un altro eroe con una potente evocazione, così da avere a disposizione più unità.

Anche se perdete gli eroi o le unità più forti non fa nulla.

Una missione superata, è una missione che non dovrete più ripetere, quindi potrete poi avanzare di un passo nella catena di missioni.

Un altra tecnica molto utile consiste nell’usare solo gli eroi strettamente necessari per evitare troppe perdite.

In questo modo potremo conservare i punti vita degli eroi che non fanno parte del gruppo.

Effettuando un buon turn over degli stessi, riusciremo a raggiungere anche 4 o 5 scontri in più rispetto ai soli 10 standard.

Naturalmente se siete molto forti, probabilmente potrete anche superare i 4 o 5 scontri, tuttavia dovete sempre tenere a mente il primo suggerimento, e provare quando possibile a superare con perfect lo scontro.

 

Art of Conquest guida – Trasmutazione

La trasmutazione è stata inserita nell’ultima patch del gioco e permette di convertire gli equipaggiamenti inutilizzati in altri.

Se si è fortunati, si otterrà equipaggiamento di rarità superiore e nel frattempo si guadagnano cristalli da usare per il crafting.

Sempre nell’ultima patch è stato inserito il void mirror, dove potrete ottenere equipaggiamento molto utile senza dover sacrificare le vostre truppe.

Art Of Conquest Guida Trasmutazione

Per creare del nuovo equipaggiamento, dovrete possedere tre requisiti fondamentali:

  • Risorse
  • Un eroe con le giuste abilità
  • Il progetto dell’equipaggiamento

Le risorse come detto si recuperano dalla trasmutazione e per i progetti più avanzati servono anche oggetti di livello inferiore da sacrificare.

Per le abilità dell’eroe c’è poco da fare, esperienza e pozioni per farle aumentare, quindi scegliete con cura a chi date le pozioni per aumentare le statistiche.

Il progetto dell’equipaggiamento invece lo acquistate presso gli archivi vicino la capitale o li troverete durante l’esplorazione del void mirror.

E’ necessario usare i punti fama per acquistare un progetto.

Maggiore è la rarità dell’equipaggiamento, maggiore è il costo in fama.

Sapete che sono riuscito anche in questo caso a sbagliare e a compiere un azione che mi ha fatto perdere un bel pò di fama?

Vi allego questa immagine per farvi capire cosa intendo

Art Of Conquest Guida Crafting

Bene il mio eroe non ha nemmeno lontanamente i requisiti richiesti per la creazione di quell’oggetto leggendario.

Ed anche se li avesse, dovrei prima creare l’oggetto di livello inferiore, che naturalmente non ho acquistato per mancanza di fama.

Risultato, 20000 di fama spesi per un progetto attualmente inutilizzabile.

Evitate perciò di acquistare progetti superiori alle vostre capacità.

 

Art of Conquest guida – Numero massimo truppe addestrabili

Un limite imposto in Art of Conquest è la quantità di truppe addestrabili.

In particolare esistono tre versioni di ogni truppa, bronzo, argento e oro.

Si parte dalla versione bronzo della truppa che ha meno punti attacco e punti vita e non possiede certe abilità.

Le truppe argento sono migliori delle bronzo e avranno alcune abilità in più.

Infine la versione oro, invece possiede tutte le abilità e anche il massimo dell’attacco e dei punti vita a disposizione per quella truppa.

Naturalmente poi entrano in gioco gli upgrade degli edifici che permettono di aumentare invece il livello.

Un ragno a livello 1 non è di certo uguale ad un ragno di livello 10.

La differenza è spaventosa.

Ad ogni modo, per aumentare il numero massimo di truppe addestrabili, avrete alcune possibilità.

  • Aumentare il livello dell’outpost. Sbloccabile solo se aumentate anche il livello della città, quindi non è un obiettivo semplicissimo
  • Potenziare l’abilità di Avalon “Natural leader”.
  • Usare equipaggiamento che dà bonus ai cap. Come ad esempio il radiant set che se indossato da Avalon in tutti e sei i suoi pezzi, aumenta di un livello la sua abilità di natural leader
  • Art Of Conquest Guida Aumento Cap Truppe Radiant Set
  • oppure come il Drill Hammer che aumenta di dieci il cap per le unità di bronzo. Potrete costruirlo nella forgia dopo aver sbloccato il progetto. Io l’ho trovato nel void.
  • Art Of Conquest Guida Aumento Cap Truppe Drill Hammer
  • Farvi notare dai capi della vostra nazione. Se riceverete qualche titolo, questi potrebbero avere come bonus anche l’aumento del cap delle truppe.
  • Acquistare il pacchetto base mensile, che offre un aumento del cap anche delle unità argento e oro. Non costa tantissimo, però dopo il primo mese, son sempre soldi.

 

 

Art of Conquest guida – Come non diventare una farm

Forse non ci crederete, ma non sono mai stato attaccato in gioco se non quando ho abbandonato per passare ad un altro server.

Sono stato anche fortunato, in quanto le città in cui mi trovavo non sono mai state poste d’assedio.

In quel caso l’attacco sarebbe stato inevitabile, dato che l’obiettivo dei nemici non è più il semplice recupero di risorse.

Ad ogni modo, se seguirete questi consigli, è difficile che diventiate una farm.

Le regole da seguire sono semplicemente due.

Per prima cosa dovete evitare di rendervi un obiettivo succulento da depredare.

A meno che non siate il primo in classifica, considerate sempre che c’è sempre qualcuno più forte di voi che potrebbe ambire alle vostre risorse.

Quindi evitiamo di accumulare troppe risorse che non riuscite a spendere.

Se questo non riuscite ad evitarlo, perchè state ad esempio accumulando legno per la prossima costruzione, ricordatevi che avete sempre la possibilità di proteggervi per otto ore con una bella cupola magica.

Se il primo consiglio è utile, il secondo è fondamentale.

Come saprete, le mura che cingono la vostra città, non sono messe lì per bellezza.

Vanno riempite di soldati armati fino ai denti.

Una città con poche risorse e con molti soldati è un ottimo deterrente.

Art Of Conquest Guida truppe di difesa

Considerate che gli attaccanti non hanno il 100% di recupero delle proprie unità, perchè fuori dalla propria area di influenza.

Quindi a meno che non gli stiate proprio sulle scatole o c’è un obiettivo superiore, nessuno vi attaccherà solo per poche risorse se il vostro castello risulta ben difeso.

 

Art of Conquest guida – La difesa d’oro

Più avanti nel gioco, appena sbloccherete le unità d’oro, non limitatevi a usarle solo in attacco.

Create e inserite quante più unità d’oro potete all’interno delle vostre mura.

Considerate infatti che chi vi attacca ha dalla sua parte gli eroi e comanda personalmente l’esercito, può quindi sfruttare appieno le potenzialità delle sue truppe.

Solo usando le unità d’oro potete pensare di resistere agli attacchi di giocatori più forti di voi.

Più ne avete meglio è e considerando che a meno che non siate negromanti e scegliete come truppe scheletri e lich, le truppe ferite potranno essere guarite, quindi di certo sono risorse ben spese.

Cercate di creare truppe miste di fanteria e a lungo raggio.

I primi saranno schierati di fronte al vostro castello, i secondi invece scaglieranno i propri colpi dall’alto delle vostre mura.

Un appunto da fare proprio sui negromanti.

Le truppe non morte sono utili perchè tra uno scontro e l’altro saranno resuscitate in automatico, quindi è come avere una quantità maggiore di truppe in difesa.

Tuttavia la percentuale di truppe resuscitate non può mai raggiungere il 100% e almeno agli inizi è davvero bassa.

Tra uno scontro e l’altro perderete fino al 50% delle truppe che non saranno più recuperabili e di conseguenza risorse perse che non potrete mai recuperare.

Fate perciò attenzione a no riempire le vostre mura di soli non morti, potreste vedere azzerato di botto la vostra difesa.

 

Art of Conquest guida – Aiuto sono sotto attacco

Quando l’obiettivo dei vostri nemici non sono le vostre misere risorse, il problema è un pò più grande, soprattutto se l’attaccante risulta molto più forte di voi.

In questo caso dovete confidare nell’aiuto dei vostri alleati.

Mi è capitato spesso di attaccare qualcuno che sembrava indifeso ed invece era supportato da diversi alleati.

Il risultato è stato spesso di ricevere delle belle batoste.

Se venite attaccati, non esitate a chiedere aiuto ai vostri alleati.

In alcune alleanze un pò più serie esiste anche una rete di difesa tra gli alleati in modo che ognuno risulti essere coperto da due o più vicini.

Nel caso in cui tutto questo non bastasse, ricordatevi che il vostro castello non è indistruttibile e potrebbe venire distrutto.

Quando succede, sarete trasferiti alla capitale della vostra nazione e non avrete possibilità di spostarvi fin quando non sarà ripristinato almeno il 10% delle mura, il che potrebbe richiedere anche diverse ore.

In questo caso il mio suggerimento è di evitare di venire distrutti e di anticipare lo spostamento.

Se la vostra alleanza possiede diverse città, spostatevi temporaneamente su di un altra, sarete più di aiuto così e potrete usufruire dell’aiuto di altri  alleati.

Altrimenti nel caso peggiore, spostatevi sulla capitale.

Perderete il vostro rango e non avrete la possibilità di reclutare le unità più avanzate o di rubare risorse ai vostri nemici.

Tuttavia il vostro castello non sarà del tutto distrutto e avrete la possibilità di spostarvi dopo poco tempo.

 

 

Art of Conquest guida – Conclusioni

In questa Art of Conquest guida, ho racchiuso tutta la mia esperienza attuale sul gioco.

Poichè la migliore esperienza si acquisisce giocando, se scoprirò altri aspetti che vanno approfonditi, li aggiungerò a questa guida.

Se avete suggerimenti o per qualsiasi altro, lasciatemi un commento.

 

Ricordate di condividere l’articolo con gli amici se vi è stato utile.

Registratevi alle mie pagine e al mio canale Youtube per rimanere sempre aggiornati.

 

Andrea

 

Autore dell'articolo: dnavideochannel

8 thoughts on “Art of Conquest guida strategica in italiano – Trucchi e suggerimenti

    Gian

    (15 ottobre 2017 - 14:46)

    Ciao, guida molto utile diverse cose le da te citate le ho messe in atto fin dall’inizio. Una domanda, so che il numero delle truppe che si possono addestrare, dipende da tanti fattori, il principale è l’aumento di livello dell’outpost; chiedendo delucidazioni al support, mi hanno risposto che aumentano i posti anche grazie all’equipaggiamento degli eroi. Tu ne sai qualcosa? sapresti quali sono tali oggetti? Ti ringrazio in anticipo

    dnavideochannel

    (15 ottobre 2017 - 17:30)

    Ciao Gian, intanto grazie.
    Mi fa sempre piacere ricevere dei pareri riguardo ciò che scrivo.
    Per quanto riguarda la tua domanda, è vero, ci sono degli oggetti che permettono di aumentare la quantità di truppe addestrabili.
    Un primo gruppo di oggetti sono il set Radiant.
    Se Avalon li indossa tutti e 6, aumenta di 1 la sua abilità natural leader, e come saprai aumenta il cap delle unità.
    Altri oggetti invece li puoi craftare con nuovo sistema di trasmutazione, come ad esempio il drill hammer, che aumenta di 10 il cap delle unità bronzo.
    Vista la domanda interessante, aggiorno l’articolo, con qualche immagine.

    Gian

    (15 ottobre 2017 - 17:48)

    Ok ti ringrazio. Il drill hammer, non riesco a trovarlo.

    dnavideochannel

    (15 ottobre 2017 - 18:24)

    Il progetto l’ho trovato nel void, lo puoi vedere nell’articolo.
    Puoi aumentare il cap anche se ti fai notare dai capi della nazione.
    Quando il re sarà definito, se sei abbastanza forte, diciamo top 20, sicuramente ti daranno qualche titolo.
    I titoli spesso aumentano il numero di unità addestrabili.

    Gian

    (16 ottobre 2017 - 01:11)

    volevo farti una domanda, le truppe che si mandano ad attaccare un castello ma non per distruggerlo ma per razziare, sono tutte uguali oppure ci sono quelle specifiche che rubano di più? grazie

    dnavideochannel

    (16 ottobre 2017 - 08:14)

    Beh per prima cosa evita sicuramente catapulte o equivalenti, queste non raccolgono assolutamente nulla.
    Per i necro i migliori sembrano essere i ragni + scorpioni. Gli scorpioni oro hanno perfino una abilità apposita.
    Per i nani invece rockets e berserker.
    Umani certamente arcieri, evita la cavalleria, dopo l’ottimo danno iniziale è quasi inutile.

    Vincenzo

    (17 ottobre 2017 - 14:05)

    Ciao guida e possibile che a me mi a fatto scendere di rango? Grazie

      dnavideochannel

      (17 ottobre 2017 - 14:42)

      Si è possibile che sei sceso di rango.
      Questo capita quando ad esempio torni nella capitale in quanto il requisito principale dei ranghi superiore è di stare in una città diversa.
      Se ad esempio sei stato attaccato e ti hanno distrutto le mura, torni automaticamente nella capitale e perdi il tuo rango.

Rispondi